9 marzo, 2020 - Nessun Commento

LA CLASSE NON E’ ACQUA

Episodio numero 1

Alcuni giorni fa il presidente della Regione Lombardia (dico Lombardia, non un paesello) si presenta davanti alle telecamere e si infila drammaturgicamente una mascherina antivirus, pronunciando frasi destinate alla Storia: Sono ammalato, mi ritiro in casa. E non so cos’altro. Con la conseguenza di rimediare fischi e pernacchi da alleati e avversari. Una scena che avrebbe dovuto evitare proprio petr l’alta carica che riveste e che ha ridicolizzato.

Ieri il Segretario del Pd, Nicola Zingaretti, si è presentato su Facebook e con la massima serenità e in diretta ha detto: Sono positivo al Coronavirus, ma niente drammi, Farò la mia quarantena in casa con i miei. Tutto andrà bene, l’Italia continua ad andare avanti combattendo la sua battaglia contro il virus- Niente drammi e niente melodrammi. E scompare con un sorriso di rassicurazione sulle labbra.

Epoisodio numero 2

 Qualche anno fa un non ancora rivelatosi ma già importante rappresentante della Lega, oggi Matteosalvini, si fa ritrarre dalla tv mentre, attorniato da una massa di persone vocianti dal chiaro accento lombardo-veneto, brandisce un cartello con sopra scritto (ito le parole a senso, perché non ne ricorso l’esatta sequenza): Vesuvio risvegliati, colera colpisci. Con chiaro riferimento alla città di Napoli (alla quale non ha mai chiesto scusa) che avrebbe dovuto perire sotto la lava del vulcano o falcidiata dal virus del colera che la colpì negli anni Settanta insieme ad altre regioni. Oggi, quello stesso Salvini non ha detto una sola parola sulla sua Regione primo focolaio d’Italia per il virus. Immaginate cosa sarebbe accaduto se il focolaio del Coronavirus fosse esploso in Campania!

 Ieri, il Sindaco di Portici, città della regione partenopea – che è  stata l’unica città italiana a vincere un premio europe da 4,1 milioni di euro per una mobilità sostenibile – intervistato da Radio 24, prima ancora di spiegare come ha vinto, ja detto, rivolto agli ascoltatori lombardi che sono ben legati a Radio 24-Il Sole 23 ore, emittente lombarda: voglio abbracciare tutti i cittadini della Lombardia che stanno attraversando un momento così difficile. Il mio è un saluto e una partecipazione sinceri. Poi ha proseguito col suo racconto.

Che ne dite di questi due episodi? A me è venuto in mente l’espressione: la classe non è acqua. Cioè la classe è sentimento, intelligenza, razionalità, partecipazione empatica, senso di compattezza, senso di essere una nazione. Nell’unirci a quel bel saluto, lascio ai miei pochi lettori di esprimere un giudizio.

 

Hai qualcosa da dire? Lascia un tuo commento!


− otto = uno