18 dicembre, 2013 - Nessun Commento

IL VESCOVO CROCIATA E’ DIVENUTO “PONTINO”

Il nuovo vescovo della diocesi di Latina-Terracina-Sezze e Priverno, monsignor Mariano Crociata ha preso possesso della sua nuova sede, compiendo una sorta di pellegrinaggio dalla porta nord (il santuario di Santa Maria Goretti, a Le Ferriere di Conca), attraverso la cattedrale di San Marco (una breve sosta) e fino alla chiesa del Sacro Cuore, adiacente alla Curia vescovile, scelta perché in grado di accogliere un maggior numero di fedeli. Accolto dai suoi nuovi amministrati, accorsi numerosi, monsignor Mariano Crociata ha celebrato messa ed ha ricevuto il pallio, segno del potere vescovile, dalle mani del suo predecessore, monsignor arcivescovo Giuseppe Petrocchi, che ha lasciato la diocesi pontina dopo ben 15 anni di permanenza fruttuosa e ricca di colloquio. La sintesi del suo sacerdozio pontino è simbolicamente e magistralmente rappresentata dal libro che ha raccolto gli atti del Sinodo diocesano, che ha il titolo Perché la nostra Chiesa sia “più-Una”, Libro del Primo Sinodo della Chiesa pontina (2005-2012).

 

 

Hai qualcosa da dire? Lascia un tuo commento!


sette + = dieci