22 giugno, 2012 - 1 Commento

REGIONE: AZZERARE I VITALIZI E ANCHE I REGALI NATALIZI

Qualcuno s’è fatto promotore di un referendum popolare per abolire la pratica dei cosidetti vitalizi (a nostre spese) di cui godono i Consiglieri regionali del Lazio. I quali Consiglieri mentre, scambiando la loro funzione-missione politica per un “qualsiasi” lavoro, dopo aver ottenuto benefit di ogni genere negli anni di consiglierato, ricevono a fine carriera anche il bonus di un vitalizio (cinque anni per una pensione, alla faccia della riforma pensionistica applicata ai “povericristi”). Questo blog si associa al referendum, e vota SI’, anche se nutre molte perplessità circa il un buon esito di questa iniziativa: essa, per essere attuata, richiederebbe una palingenesi/conversione da parte di quegli stessi politici che si sono attribuiti i vitalizi.

Ma quel che segue, forse, si può ottenere. Non tutti sanno che tra le pieghe dei bilanci regionali del Lazio si annida anche un’altra prerogativa davvero abusiva. La Regione, infatti, e sempre a nostre spese, fa omaggio all’associazione degli ex Consiglieri regionali (che non si sa a cosa serva) di un contributo annuo che viene speso non per opere di beneficenza, ma a beneficio dei Consiglieri regionali che hanno lasciatro la poltrona. Non bastando, evidentemente, il vitalizio, essi, attraverso la loro stessa Associazione finanziata a nostra insaputa ma con i nostri soldi, ad ogni Natale o Capodanno si vedono recapitare a casa un gentile ed atteso omaggio: un cronometro, un IPad, un iper-telefonino, una confezione di gustosi prodotti tipici del Lazio, insomma un costoso regalo, di cui non si capisce la ragione. La flebile voce di questo Blog sollecita la Presidente Polverini a spazzolare dal bilancio del Lazio quella voce. Per fare economia, ed anche per un po’ di dignità.

1 Commento

  • Semplicemente vergognoso.
    Andrò a firmare!

Hai qualcosa da dire? Lascia un tuo commento!


− quattro = due